L'associazione
La tradizione popolare
Videostorie
Pagina principale
Ricerca e testimonianze
Il canto popolare
La discografia


INDOVINELLI DELLA TRADIZIONE POPOLARE

 

Abbiamo già più volte scritto che la maggior parte del patrimonio della cultura popolare si è trasmesso oralmente di generazione in generazione. Per ogni madre, padre, nonno era spontaneo trasmettere ai propri figli il proprio sapere, le proprie conoscenze perché solo così poteva tramandare e insegnare ai suoi famigliari il suo lavoro, le sue esperienze, abilità e conoscenze.
Vi era poi la magia di raccontare storie fantastiche, oggi chiamate più comunemente favole, fole inventate per evadere dalla quotidianità e dare un sapore di dolce mistero a grandi e piccini che rimanevano incantati e affascinati ad ascoltare della famiglia.

Così anche gli indovinelli venivano generalmente raccontati dai nonni che la sera si sedevano in un angolo e cominciavano a fare alcuni indovinelli a noi ragazzi seduti intorno, veri e propri enigmi che non avevamo mai sentito.
Di seguito riportiamo alcuni indovinelli della tradizione popolare veronese arrivati a noi dalla memoria popolare dei nonni che abbiamo incontrato nel nostro cammino.

 

Mi gò un campo ben arà
e ben ingarofolà
e anca se vegnesse el Papa
con tuti i so papini
no ghen darìa uno
dei me garofolini. Cos'è?
IL CIELO STELLATO

 

Gò un tri pié,
meto su un du pié,
riva el coatro pié,
el magna el du pié,
e resta el tri pié.
Cosa sono?
IL TREPPIEDE DEL CAMINO, IL POLLO, IL GATTO ascolta l'audio

 

Mama, mama,
gh'è ci ghe l'à poco la ama
e ci no ghe l'à la brama.
Cos'è?
LA MAMMA

 

Mi gò un campo ben arà
e ben somenà
e quando pissa uno pissa tuti.
Cosa sono?
IL TETTO E I COPPI

 

Aglio, frutto bello tondo,
che si mangia in tutto il mondo,
coi figlioletti incorporati
io te lo dico e tu non lo sai.
Cos'è?
L'AGLIO

 

Velo, ve lo dico,
ve lo torno a replicare,
se voi non lo sapete
un bel asino sarete.
Cos'è?
IL VELO

 

La va sensa gambe,
la porta sensa schena,
e la rompe sensa buso.
Cos'è?
L'ACQUA

 

I va 'ia sigando
e i ven a casa lagrimando.
Cosa sono?
I SECCHI D'ACQUA

 

Vo' in camara
e vedo un omo bianco
co le man in fianco.
Cos'è?
IL VASO DA NOTTE

 

Mora son e mora sarò,
son piena de anei
ma nissun sposarò.
Cos'è?
LA CATENA DEL CAMINO ascolta l'audio

 

Due lucenti,
due pungenti,
quatro mazocole
e na spassaòra.
Cosa sono?
GLI OCCHI, LE CORNA, LE ZAMPE E LA CODA DEL BUE

 

 

Pansa in ca'
e bigolo de fora.
Cos'è?
IL CAMINO

 

Informatori
Amici del filò a Castiglione di San Michele Extra
(Maria, Antonio, Sandra, Gina, Marisa, Gianni, Piergiorgio, Susi, ecc.)

Tratto dal libro "La Moscarola" Editrice La Grafica di Vago di Lavagno (VR)-
GBE Gianni Bussinelli editore, 2017

 

Gò un vesotin
con do scorte de vin.
Cos'è?
L'UOVO

 

La rasa, la frasa, la va par la casa,
tuti i la sente, ma nissuni la vede.
Cos'è?
LA SCORESA (Peto)

 

Gò na scatola con trentadù cauceti:
no i è né verdi né sechi.
Cosa sono?
I DENTI

 

Grespin grespan
che cresse in man.
Cos'è?
IL GOMITOLO

 

Gò na stala de vache bianche,
in mezo ghi n'ò una rossa
che pessata tute quante.
Cosa sono?
I DENTI E LA LINGUA ascolta l'audio

 

Vo su par la vale batendo le ale,
batendo el tedesco,
che diaolo l'è questo?
Cos'è?
IL MULINO

 

Vao ne l'orto
cato un veceto
ghe tiro la barba
ghe ciucio el culeto.
Cos'è?
LA NESPOLA

 

Vo su par un vaieto
cato un veceto
co le braghe de fèro
che scoresa come un vèro.
Cos'è?
IL FUCILE

 

Ci la fa, la fa par vendar,
ci la compra no 'l la dopara,
ci la dopara no 'l la vede.
Cos'è?
LA CASSA DA MORTO

 

La me casa la gà quatro cantoni,
in mezo gh'è na veceta che tira e che mola,
ghe ciapo le tete e ghe trema la viola.
Cos'è?
IL MULINELLO PER LA LANA

 

Alto alto bel palasso,
casco in terra e non mi ammasso,
bella sono e brutta mi faccio.
Cos'è?
LA NEVE

 

Cinquecento cavalieri
con le spade ritirate
e le teste insanguinate.
Cosa sono?
LE CILIEGIE

 

Girulin che girulava
sensa ale el sgolava,
sensa beco el becava,
el girulin che girulava.
Cos'è?
IL FUMO

 

La sera ghe 'l dao,
la matina ghe 'l togo.
Cos'è?
IL CATENACCIO

 

Informatori
Dall'attività svolta presso le scuole primarie di Cazzano di Tramigna, Cellore e Colognola ai Colli - I nonni degli studenti

Tratto dal libro "La Moscarola" Editrice La Grafica di Vago di Lavagno (VR)- GBE Gianni Bussinelli editore, 2017


 

Ritorna alla pagina LA RICERCA >>>

 

 

Ultimo aggiornamento: novembre 2019

 

Free website counter